Essiccatoio per sanitari

 

Essiccatoio per sanitari

L’essiccatoio si compone di:

  • Una struttura metallica di supporto realizzata con profilati metallici di varia forma con accoppiamento amovibile (giunzioni principali per bullonatura);
  • Una pannellatura esterna termoisolante realizzata con pannelli da 40 mm lisci per le pareti e con pannelli termoisolanti grecati da copertura, sempre da 40 mm,per il tetto;
  • Un sistema di canalizzazioni esterne per l’immissione dell’aria, per il suo ricircolo e per la sua espulsione;
  • Un sistema di distribuzione aria interna ad alta induzione con 22 unità regolabili singolarmente;
  • Uno scambiatore di calore a scambio indiretto munito di bruciatore modulante e rampa gas.
  • Un sistema di ventilazione composto da due ventilatori a doppia aspirazione ed un ventilatore assiale incubato con trasmissione a cinghia;
  • Un sistema di 10 valvole a comando pneumatico completo di attuatori con segnalazione di posizione;
  • Un gruppo di elettrovalvole di comando con funzionamento monostabile ed attuatore meccanico per forzatura manuale con connettore luminoso;
  • Quadro elettrico di funzionamento e controllo

Le tubazioni di immissione e di aspirazione sono munite di serrande di taratura di sezione e foggia adatte ad uniformare la distribuzione dell’aria.

La movimentazione dell’aria è garantita da due gruppi di ventilazione, uno dedicato alla circolazione dell’aria riscaldata ed al ricircolo dell’aria interna ed un altro all’estrazione dell’umidità.

Il sistema di supervisione riceve le informazioni da un gruppo di sonde di temperatura ed umidità, tramite strumenti di regolazione e visualizzazione dedicati.

Esso genera dei cicli alternati di riscaldamento con espulsione di aria e di ricircolo dell’aria di durata variabile pilotando i cilindri di cui si compone il sistema secondo una logica programmabile a piacimento.

Programmando una soglia di umidità massima durante la fase di riscaldamento/espulsione, l’aria esausta, ancora calda, ma non più eccessivamente umida, essendo aria pulita, può essere reimmessa in ambiente per il suo riscaldamento o per utilizzi che da lei possano essere serviti.

Tutti i circuiti di servizio funzionano in bassa tensione (24 Vac).

Il quadro elettrico consente il funzionamento separato dei vari essiccatoi e monta un registratore digitale di temperatura e umidità (una sonda per ogni cella) ed un computer industriale per un agevole controllo del funzionamento ed un semplice settaggio delle varie grandezze in gioco ( temperature di funzionamento, limiti di umidità, tempi di ciclo e tempi di inversione dei flussi, estrazione esterna od interna, riscaldamento ambiente, ecc.).

Ovviamente esso contiene anche tutte le protezioni ed i comandi di potenza e servizio necessari per attuare quanto programmato ed i relativi allarmi di mancato funzionamento.